Come scegliere l’abbigliamento da moto? Dei consigli approvati dai nostri esperti!

Published on : 18 March 20217 min reading time
In questo articolo, noi affronteremo l’argomento nel modo più generale possibile. Non suggeriremo né un marchio né un modello in particolare, ma ci concentreremo sulle risposte che dovrebbero essere date ad ogni motociclista alla ricerca dell’abbigliamento adatto a lui. E perché parlo al plurale? Poiché troverete qui numerosi consigli di Oscar Kubicki. Non tutti lo sanno probabilmente ma Oscar non ha paura di alcun lavoro. Il suo C.V. comprende non solamente delle competizioni, delle corse e l’insegnamento di tecniche di guida, ma inoltre un lavoro in un magazzino di accessori e di abbigliamento da moto. E quello che probabilmente è più prezioso  – sono i suoi anni di esperienza come motociclista. Passiamo ora ai dettagli.   

Magda:  Oscar, comincerò in modo molto generico. C’è qualcosa a cui noi dovremmo fare molta attenzione nel momento in cui acquistiamo dell’abbigliamento per motociclista? Ci sono cose che sono importanti e delle altre che lo sono meno, per esempio, dovremmo cercare solamente dell’abbigliamento con una garanzia specifica? E non concentrarsi, per esempio, sul marchio?   

Oscar:  Sì, dovremmo sicuramente optare per dell’abbigliamento con delle protezioni certificate. Ad ogni modo, dovete comunque sforzarvi di far corrispondere il tipo di abbigliamento alle vostre condizioni di guida. È un’ottima idea quella di disporre di un abbigliamento assortito, poiché ce ne vorrà uno diverso per la guida sull’asfalto, un altro per la guida fuoristrada, un altro ancora per la guida durante la stagione fredda o in estate. Ed un’altro ancora in caso di condizioni meteorologiche diverse. La funzione dell’abbigliamento da moto dovrebbe essere il nostro punto di partenza. In seguito potremmo occuparci dei dettagli, per esempio la taglia, la marca, il modello, ecc.   

Magda:  OK, supponiamo che noi conosciamo già di quale tipo di abbigliamento abbiamo bisogno e che abbiamo trovato inoltre un modello appropriato, ma… usato. Nel momento in cui acquistate dell’abbigliamento da  moto d’occasione, c’è qualcos’altro da cercare oltre all’usura, ai graffi, ecc.  

Oscar:  non ho niente in contrario riguardo l’acquisto di abbigliamento d’occasione. Penso sia una buona soluzione di cercare il tipo di abbigliamento adatto a noi ad un prezzo basso. Dovete però assolutamente fare attenzione allo stato in cui sono gli abiti. Dovete verificare, inoltre, il buon funzionamento delle cerniere, l’integralità delle protezioni ed i loro eventuali danni, lo stato delle imbottiture, in particolare delle guaine – che non siano fessurate, le tasche staccabili, lo stato delle fasce in Velcro, etc. Qui, la nostra meticolosità è importante. Bisogna fare attenzione ai dettagli, per non acquistare a scatola chiusa. Beninteso, l’abbigliamento deve essere anche adatto al proprio corpo, questo equivale anche per l’acquisto dell’abbigliamento nuovo.   

Magda:  ecco qui un’altra domanda. Come si deve misurare l’abbigliamento da moto? Probabilmente non si può fare allo stesso modo dell’acquisto di vestiti normali. Avete voi dei metodi sperimentati?   

Oscar:  e certo che i motociclisti con esperienza sono dei clienti più coscienti. Sanno quello che gli conviene, quello che amano fare con la moto, quale abbigliamento è più adatto a loro o meno. Questo è più difficile per le persone che non hanno alcuna esperienza o ne hanno poca. In una tale situazione, vale la pena di recarsi presso un negozio di moto specializzato. Perché specializzato? Perché lì, un venditore conosce meglio i prodotti, le offerte delle case produttrici ed i bisogni dei motociclisti, come il proverbiale M. Zdzisio della tribuna della domenica. Ci rechiamo quindi presso un negozio specializzato e consultiamo il venditore. Viceversa, nel caso di brevetti collaudati, misurate su una maglietta od un indumento termico. Se prendiamo delle misure su un capo più morbido, come ad esempio una felpa, dopo averla tolta è sbottonata, la giacca sarà troppo grande e le protezioni “voleranno “.  A questo punto, vorrei sottolineare che la felpa non sarà più così calda come l’isolamento della giacca originale.  

Magda:  nel momento in cui proviamo dell’abbigliamento da moto, dobbiamo anche, in un certo modo, rispecchiare la nostra posizione sulla moto, non è vero?  

Oscar:  si, è vero. In tenuta da moto, noi guidiamo, non stiamo camminando. Dobbiamo quindi pensare all’abbigliamento nella situazione nella quale saremo quando guideremo. Ed ecco un’altra informazione importante. Se noi guidiamo in modo sportivo, non dovremmo tener conto dell’abbigliamento in un andamento da crociera. Nel momento in cui adottiamo la posizione giusta, cerchiamo di essere a nostro agio, ma inoltre dobbiamo fare attenzione che le maniche della giacca arrivino ai polsi (nella posizione giusta con le mani sul manubrio), affinché l’eccesso di tessuto non impedisca i movimenti o che le maniche siano troppo corte. Nel caso di pantaloni in tessuto, la gamba deve ricoprire le scarpe, salvo nel caso di abbigliamento in cuoio dove i pantaloni devono arrivare sopra la caviglia, al fine di non pizzicare quando vengono messi nelle scarpe.   

Magda:  voi avete a che fare ogni giorno con numerosi motociclisti, vedete dunque come si vestono. Quali errori osservate più spesso nel loro abbigliamento ?   

Oscar:  l’errore più ricorrente – gli abiti di taglia  troppo grande, di media 2 taglie di più! Inoltre degli abiti  scelti in modo sbagliato per il tipo di escursione, ciò significa un’ armatura per l’asfalto, come un giubbotto con la cerniera per le uscite durante la stagione calda, od un completo in cuoio per andare al lavoro. Penso che questi errori siano dovuti ad una scarsa consapevolezza per la maggior parte dei motociclisti,  come assicurare un comfort ed una sicurezza adeguati al momento della guida. Loro sono indirizzati dalle tendenze, dai prezzi o dai consigli sbagliati di qualcun altro. Nonostante ciò, è possibile incontrare delle persone delle quali si può dire che sono ben vestite – il loro abbigliamento gli va perfettamente ed è di buona qualità.   

Magda:  ufff, c’è dunque ancora della speranza per i motociclisti. E che ne direste di fare degli acquisti su Internet? Dopo la nostra conversazione, sembra che non dovremmo scegliere l’abbigliamento alla cieca, senza provarlo. Ci sono degli articoli che assolutamente non dovremmo acquistare on-line?  

 Oscar:  fare degli acquisti in linea può essere difficile, anche se conoscete le vostre misure per quanto riguarda un marchio in particolare, secondo il modello, la taglia e la coppa possono variare in modo considerabile. Capisco che un vantaggio comune agli acquisti in linea è il prezzo più basso, ma considerate che qui non abbiamo la possibilità di misurare in modo rapido diversi prodotti uno accanto all’altro. Tuttavia, se dovessi scegliere solo qualche elemento dell’insieme obbligatorio, vi sconsiglierei di acquistare in linea un casco, degli stivali e dei guanti – sono dei capi d’abbigliamento poco o per niente regolamentati, c’è dunque il rischio di non prendere la misura giusta.  

Magda:  Oscar, grazie per l’intervista. Penso che sia un buon inizio per approfondire l’argomento della prova corretta dell’abbigliamento da moto.  

Oscar:  Grazie anche a lei.  Mi rendo conto che non abbiamo certamente risposto a tutti gli interrogativi che pullulano nello spirito dei motociclisti, alla ricerca del loro abbigliamento per moto, ma si tratta di un argomento molto più vasto. È sicuramente in parte una questione personale –  cerchiamo vestiti che siano sicuri, ma allo stesso tempo adatti a noi, al nostro veicolo, al nostro stile. Spero, in ogni caso, che questi consigli s’avvereranno utili o solleveranno altre domande, alle quali i redattori di MotoPomocni.pl saranno felici di rispondere, di condividere le nostre conoscenze e di dissipare i numerosi miti.

Lavaggio di giacche in cuoio. Guida pratica passo dopo passo

Plan du site